Si riepilogano le disposizioni sulla fatturazione elettronica di interesse per le farmacie e gli esercizi commerciali di cui all’art. 5 DL 223/2006, convertito dalla Legge 248/2006, anche alla luce delle norme da ultimo introdotte dalla Legge di Bilancio 2019.

Per l’anno 2019, le farmacie e gli esercizi commerciali di cui all’art. 5 DL 223/2006, convertito dalla Legge 248/2006, non possono emettere fatture elettroniche con riferimento alle fatture i cui dati sono da inviare al Sistema Tessera Sanitaria. Pertanto, per tutte le cessioni per le quali sia stato emesso il c.d. “scontrino parlante”, la fattura, eventualmente richiesta, dovrà essere rilasciata in forma cartacea.
Per tutte le altre cessioni effettuate, le farmacie e gli esercizi di vicinato di cui all’art. 5 DL 223/2006, convertito dalla Legge 248/2006 dovranno rilasciare fattura elettronica.
L’esonero non riguarda, invece, la parte “passiva”, ovvero la ricezione dei documenti di fatturazione in formato elettronico da parte dei fornitori.
Resta quindi la necessità per le farmacie e gli esercizi commerciali di cui all’art. 5 DL 223/2006, convertito dalla Legge 248/2006, di adeguare la propria infrastruttura tecnologica ed organizzativa per l’emissione in forma elettronica delle fatture per cessioni i cui dati non sono trasmessi al Sistema Tessera Sanitaria e per le fatture provenienti dai fornitori.

Ordini provinciali

Brescia

Via Grandi 18 - 25125 Brescia

TEL 030.2681780

 

Como

Viale Masia 79 - 22100 Como

TEL 031.5476590

 

Lecco

Via Previati 2 - 23900 Lecco

TEL 0341.364557

 

Milano, Lodi, Monza Brianza

Viale Piceno 18 - 20129 Milano

TEL 02.70102396

 
Realizzazione tecnica e grafica a cura di SpoonDesign